Neuroimaging e Genomica al centro

pubblicato il 02/09/2022 08:54
Raffaele Lodi, Direttore Scientifico dell'ISNB e Presidente della Rete degli Irccs delle Neuroscienze (RIN), interviene sulle strategie della Rete su Panorama Sanità

A pagina 34 l’intervento del Presidente di RIN, prof. Raffaele Lodi, su strategie e programmi della Rete IRCCS delle Neuroscienze e della Neuroriabilitazione. Di seguito un breve stralcio.

“RIN, alla quale aderiscono attualmente trenta IRCCS che rappresentano l’eccellenza nelle neuroscienze e nella neuroriabilitazione nel nostro Paese, pone al centro dei propri programmi lo sviluppo di piattaforme tecnologiche e progetti di ricerca a sostegno della migliore qualità dei processi di diagnosi, cura e continuità assistenziale. La capacità globale clinica e di ricerca espressa da RIN è significativa: 106 mila ricoveri/anno, 1 milione 200 mila visite ambulatoriali/anno, mille trial/anno ed un Impact Factor annuo superiore a 16 mila punti. Le priorità di ricerca clinica sono affrontate grazie all’integrazione di piattaforme tecnologiche sviluppate dalla Rete: Genomica/Proteomica, Neuroimaging, Neuroimmunologia e Tele-neuroriabilitazione. Queste piattaforme si stanno dimostrando strumenti fondamentali per diversi piani di azione: una diagnosi sempre più accurata e sempre più precoce ed una “stratificazione” ovvero una caratterizzazione dei pazienti in “endofenotipi” che riflettono come la malattia, nella sua complessità, si estrinseca in quel singolo paziente. Con questo approccio, vengono studiati anche i fattori di rischio ed i marcatori più specifici di risposta ai trattamenti, col fine ultimo di una presa in carico personalizzata rispetto ai bisogni del singolo soggetto malato configurando una “medicina di precisione”.

 

fonte: Rete IRCCS delle Neuroscienze e della Neuroriabilitazione

www.reteneuroscienze.it