Io non dimentico

I volti e le voci di vittime e soccorritori, una mostra e un documentario all'Ospedale Maggiore di Bologna

Due iniziative all’Ospedale Maggiore, dove arrivarono gran parte dei feriti, per ricordare la strage del 2 agosto 1980.
L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna propone alla città una mostra e un documentario per far memoria del passato e costruire un futuro più sicuro, per tutti.

Venerdì 27 luglio, alle 15.00, nell’atrio dell’Ospedale Maggiore, sarà inaugurata la mostra “La Memoria del Soccorso”, un percorso che alterna fotografie della strage e dei momenti immediatamente successivi a dipinti realizzati dal Collettivo Artisti Irregolari Bolognesi. La mostra è stata  realizzata dall'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna con il patrocinio dell'Azienda USL di Bologna, Comune di Bologna e Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

A seguire, alle 15.30 nell’Aula Magna dell'ospedale sarà proiettata un’anteprima del documentario “Primo Soccorso” (regia di Marco Coppola) realizzato nell’ambito del progetto “Con le mani” condiviso con l’Associazione tra i familiari delle vittime della strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e l’associazione Piantiamolamemoria, che raccoglie e ripropone immagini dell’epoca e testimonianze di feriti, parenti delle vittime e soccorritori.

All'iniziativa interverranno Paolo Bolognesi, Presidente dell'Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980, Lorenzo Cipriani Presidente del Quartiere Porto-Saragozza, Comune di Bologna, Pietro Giurdanella, Presidente dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, Federica Mazzoni, Consigliere del Comune di Bologna, Francesca Novaco, Direttore Sanitario dell'Azienda USL di Bologna, Giuseppe Paruolo, Consigliere della Regione Emilia-Romagna, Cinzia Venturoli, PhD Storia e informatica della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

File allegati