Ospedale di Vergato, attivi i primi 10 letti dedicati alle cure intermedie

Responsabile Clinico dei pazienti ricoverati nel reparto di Cure Intermedie è Nicolino Molinaro, direttore della Medicina dell’Ospedale, mentre Chiara Piccinini è la coordinatrice dell'unità assistenziale

Attivi dal 21 maggio i primi 10 letti di Cure Intermedie all’Ospedale di Vergato, con un incremento dei posti letto (comprensivi di quelli dedicati ai pazienti acuti e lungodegenti che sono confermati) da 23 a 28. Prosegue quindi come previsto il piano di riordino dell’offerta di servizi ospedalieri nell’Appennino Bolognese.

Responsabile Clinico dei pazienti ricoverati nel reparto di Cure Intermedie è Nicolino Molinaro, direttore della Medicina dell’Ospedale, mentre Chiara Piccinini è la coordinatrice della parte assistenziale. I letti di cure intermedie sono una novità nel sistema sanitario bolognese e rappresentano il filo diretto tra i ricoveri dei letti ospedalieri tradizionali e le forme di assistenza territoriale.

L’obiettivo è il mantenimento e/o recupero dell’autonomia personale con una offerta il più vicino possibile ai luoghi di vita per favorire il rientro a casa.

L’equipe che si occupa dei pazienti è formata da professionisti con responsabilità clinico-assistenziali come i  medici di famiglia insieme agli specialisti ospedalieri, gli infermieri, gli assistenti sociali, in stretta relazione e collaborazione con le famiglie e i care giver.

L’organizzazione dei letti di cure intermedie prevede che i famigliari possano  accedere in ogni momento della giornata al reparto senza orari prestabiliti e vengano coinvolti nel percorsi di recupero del livello di autonomia del paziente. Questi letti sono inoltre accessibili direttamente dal domicilio in caso di perdita di autonomia per riacutizzazioni o peggioramenti senza invio al pronto soccorso per quei pazienti cronici già conosciuti.

Link