L'offerta di servizi del Distretto dell'Appennino Bolognese

Quali sono i principali servizi per la salute offerti nel Distretto dell'Appennino Bolognese

I Servizi

I cittadini residenti nel Distretto dell'Appennino Bolognese utilizzano principalmente le strutture e i servizi pubblici e privati del proprio territorio di appartenenza, sia a livello di cure ospedaliere che ambulatoriali, registrando i più alti tassi di copertura in ambito metropolitano.

L’offerta garantita dai Medici di Medicina Generale e dai Pediatri di Libera Scelta può contare su una diffusione capillare degli ambulatori sul territorio;  i consultori per le donne, le coppie e i bambini sono presenti a Vergato, Alto Reno Terme, Castiglione de Pepoli, Marzabotto e San Benedetto Val di Sambro. 

I servizi di area socio-sanitaria possono contare su un assetto consolidato delle attività socio-sanitarie rivolte a tutte le popolazioni fragili e vulnerabili.

Nelle Case della Salute, nei poliambulatori e negli ospedali del territorio vengono offerte le prestazioni di specialistica e diagnostica a più larga diffusione.

I due Pronto Soccorso e il Punto di Primo Intervento presenti sul territorio gestiscono l’emergenza sanitaria territoriale e la copertura h24 della risposta immediata.

I servizi di cura e riabilitazione attualmente offerti per patologie acute sono disponibili in sedi ospedaliere diverse:

  • due pubbliche,  a Vergato e Alto Reno Terme, dotate di Pronto Soccorso
  • una privata, a Castiglione de Pepoli, Valle del Setta, dove si trova un Punto di Primo Intervento.

 Sul territorio sono, infine, presenti diversi Gruppi di Auto Mutuo Aiuto.


Le comunità professionali

Nei diversi ambiti territoriali dell’Azienda USL di Bologna, nelle Case della Salute troviamo diverse comunità di professionisti della salute.

Sono comunità stabili, affiatate, competenti e  autorevoli che si riorganizzano intorno ai cittadini/pazienti per garantire servizi di più alta qualità.

Queste comunità comprendono tutti i professionisti pubblici e privati che fanno riferimento alle attività di promozione della salute, prevenzione, diagnosi, cura, assistenza e riabilitazione dei cittadini con problemi di salute, con particolare riferimento alle patologie croniche ed alle condizioni di fragilità e disabilità. 

Nel Distretto dell'Appennino Bolognese  la comunità professionale garantisce i servizi delle Case della Salute in modo integrato e ha come riferimento una pluralità di luoghi che superano i confini strutturali della Casa della Salute.

Tra i percorsi garantiti dalle comunità professionali troviamo, per esempio, il progetto Gastropack o il percorso di presa in carico dei pazienti con problemi cardiologici.

Gastropack, la soluzione giusta in 3 mosse grazie al Filo Diretto tra medici di medicina generale e gastroenterologi
Cardiologia e Gastroenterologia: due progetti distrettuali per una nuova relazione tra Medici di Medicina Generale e Medici Specialisti

Appennino Bolognese - Un medico in ambulatorioMedici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta

Nell'Appennino Bolognese gli ambulatori dei medici di famiglia sono distribuiti in modo capillare sul territorio.

I medici di medicina generale sono coinvolti in percorsi assistenziali rivolti a persone con malattie croniche nell'ambito dei quali le loro competenze clinico-assistenziali sono integrate con quelle di specialisti per facilitare la fruizione dei servizi e rendere più appropriati gli interventi. Esempi di questi progetti sono il percorso cardiologico e gastropack.

I medici di medicina generale, infine, garantiscono il servizio di Assistenza sanitaria turistica estiva

Tutte le informazioni sui medici di famiglia e sui pediatri dell'Appennino bolognese


La Casa della Salute di Vergato

Vergato - La Casa della Salute

La Casa della Salute è una struttura ad alta complessità che garantisce la maggior parte dell'assistenza sanitaria con elevati livelli qualitativi.

Ambulatori, orari, numeri di telefono. Tutte le informazioni sui servizi della Casa della Salute di Vergato

Snodo significativo della rete dei servizi territoriali, la Casa è la porta d’ingresso al sistema metropolitano di offerta socio-sanitaria, e assicura risposte appropriate e tempestive ai tanti e diversi bisogni di prevenzione, cura e assistenza, semplici o complessi, privilegiando la presa in carico, i percorsi multi-specialistici integrati in continuità con quelli offerti dall’ospedale, la vicinanza ai luoghi di vita.

La Casa garantisce al cittadino i canali di accesso alla rete, riordinati e riorganizzati in maniera da renderli più semplici, funzionali e sicuri, e in grado di offrire risposte più aderenti ai bisogni di cura, assistenza e promozione della salute. Assicura, in particolare, la presa in carico delle persone con malattie croniche o in condizioni di fragilità sanitaria, alle quali sono dedicati percorsi di cura e di assistenza che integrano competenze multi-professionali.

Articolata su tre piani, per una superficie complessiva di oltre 2.600 metri quadrati, la Casa della Salute di Vergato è stata realizzata nella parte storica dell’Ospedale, adeguatamente ristrutturata grazie ad un investimento da parte dell’Azienda Usl di Bologna di 850.000 euro.

Nella Casa della Salute di Vergato il cittadino è al centro dei percorsi già dal momento dell’accesso, grazie alla collaborazione tra i professionisti del territorio e dell’Ospedale che condividono i percorsi assistenziali, con un approccio globale ai bisogni della persona.

Casa della Salute di VergatoLa Casa assicura percorsi di presa in carico e di continuità dell’assistenza che accompagnano il cittadino prima, durante e dopo l’eventuale ricovero ospedaliero, sino al suo ritorno a casa. Mette a disposizione, infatti, una presa in carico delle cronicità che può contare sulla possibilità di setting assistenziali di intensità diversa, dalla stabilizzazione in presenza di episodi di disequilibrio e scompenso, attraverso il ricovero ospedaliero, all’affidamento ai servizi territoriali.

Alle persone con patologie croniche o in condizioni di fragilità sanitaria sono dedicati percorsi modellati secondo gli standard clinico-assistenziali dei Percorsi Diagnostico Terapeutico Assistenziali (PDTA), in modo da garantire risposte integrate a bisogni complessi, che richiedono competenze multi-professionali e multidisciplinari. Valore aggiunto della Casa della Salute di Vergato è, infatti, l’integrazione tra i servizi presenti nella Casa e all’interno dell’Ospedale, con l’offerta di assistenza e cura garantita dalla rete metropolitana dell’Azienda Usl e delle altre realtà sanitarie di Bologna e provincia.

Casa della Salute di VergatoI percorsi di presa in carico già garantiti dalla Casa della Salute di Vergato sono rivolti alle persone con scompenso cardiaco, diabete, esiti di infarto miocardico acuto, patologie reumatiche croniche, in gravidanza, assistite con cure palliative.

Nella Casa della Salute di Vergato sono presenti, inoltre, un punto di accesso diretto, senza prenotazione, allo screening del tumore del collo dell’utero dedicato alle donne residenti nel Distretto di Porretta Terme, e un ambulatorio di secondo livello per gli eventuali approfondimenti diagnostici e clinici.

La casa della salute di Vergato piano per piano

Ambulatori, orari, numeri di telefono. Tutte le informazioni sui servizi della Casa della Salute di Vergato

Sedi collegate alla Casa della Salute, Poliambulatori pubblici e accreditati - Informazioni sui servizi, gli ambulatori, gli orari e telefoni


Ospedale Costa di Alto Reno Terme

Gli ospedali

Tutte le informazioni sugli stabilimenti ospedalieri dell'Appennino Bolognese

Negli stabilimenti ospedalieri dell'Appennino Bolognese vengono erogate le prestazioni specialistiche ad utilizzo meno frequente o ad alta complessità.

All'Ospedale Costa di Alto Reno Terme troviamo la degenza ordinaria e di day hospital di medicina, chirurgia, materno-infantile e il Pronto Soccorso.

Dal 19 dicembre 2017 è presente un ambulatorio odontoiatrico dedicato alle persone con disabilità, gestito dai chirurghi della Chirurgia Maxillo Facciale dell'Ospedale Bellaria di Bologna

All'Ospedale di Vergato, medicina, chirurgia, ortopedia e Pronto Soccorso. Qui si trova anche il Centro dialisi decentrata CAL.

Nella Casa di cura Nobili di Castiglione dei Pepoli (privata accreditata), vengono erogate prestazioni specialistiche e di diagnostica. Qui si trova anche il Centro dialisi decentrata CAL.

Tutte le informazioni sugli stabilimenti ospedalieri dell'Appennino Bolognese


Lizzano in Belvedere

Prevenzione, promozione della salute, sanità pubblica

Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Bologna ha la finalità di prevenire le malattie, promuovere, proteggere e migliorare la salute e il benessere dei cittadini.

I servizi del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Azienda USL di Bologna: Igiene e sanità pubblica, Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, Sanità pubblica veterinaria. Tutte le informazioni

Screening

Campagna per la prevenzione dei tumori femminili dell'Emilia RomagnaLo screening del tumore al collo dell'utero nell'Appennino Bolognese

In Emilia-Romagna il programma di screening regionale, avviato nel 1997, è rivolto a tutte le donne che vi abitano: sia le donne residenti che le donne domiciliate tra i 25 e i 64 anni. Alle donne ta i 25 e i 29 anni viene offerto il pap-test, mentre alle donne tra i 30 e i 64 anni l'Hpv test.

In Emilia-Romagna l’adesione al programma è da sempre al di sopra della media nazionale: nel 2015 ha effettuato il Pap-test il 60% delle donne invitate dalle Aziende Usl, la media in Italia è del 42%. Nel distretto dell'Appennino Bolognese l'adesione al programma è dell'89%.

Ambulatori a libero accesso per PAP test e HPV test

Mammografo Digitale Giotto Image della Casa della Salute di VergatoLo screening per il tumore della mammella

Il programma di screening regionale, attivo dal 1997, si rivolge a tutte le donne di età compresa tra i 45 e i 74 anni, circa 183 mila nell’area metropolitana bolognese, e individua nello screening mammografico la modalità raccomandata per la prevenzione del tumore della mammella. Alle donne di età compresa fra i 45 e i 49 anni viene offerta la mammografia come test di 1° livello con periodicità annuale, alle donne tra i 50 e i 74 anni con periodicità biennale.

L’adesione al programma, nella popolazione del territorio dell'Azienda USL di Bologna, è stata complessivamente del 66,4% (67,9% per la classe 50 - 69 anni, 57,4% per la classe 45 - 49anni e 73,3% per la classe 70 - 74 anni).
L’adesione complessiva più alta si ha nel Distretto dell'Appennino Bolognese (69% vs il 66,4% del valore medio aziendale).

La quota di adesione spontanea al di fuori dei programmi di screening organizzati (esecuzione di una mammografia in assenza di sintomi) è molto bassa nel Distretto (5% vs il 15,8% a livello aziendale).

Il mammografo digitale Giotto Image della Casa della Salute di Vergato

Programma per la prevenzione dei tumori del colon retto

Lo screening regionale per il tumore del colon retto

Lo screening per il tumore del colon retto è stato attivato nel 2005 e si rivolge ad uomini e donne di età compresa fra i 50 e i 69 anni con l’offerta di un esame per la ricerca del sangue occulto nelle feci (FOBT) con intervallo biennale.
L’adesione media nel territorio dell'Azienda USL di Bologna all’invito del totale della popolazione bersaglio, nel corso del solo anno 2015, è stata del 55,8% mentre nel Distretto dell'Appennino Bolognese è stata leggermente inferiore (53%).

Informazioni sugli screening dell'Azienda USL di Bologna

Assistenza protesica

La persona con menomazione o disabilità invalidante può ricevere gratuitamente le protesi e gli ausilii di cui ha bisogno se previsti dallo specifico elenco ministeriale delle prestazioni erogabili.

I beneficiari sono: invalidi civili (con invalidità superiore a 1/3), di guerra e per servizio, ciechi e sordomuti, minori con determinate malattie, persone che hanno subito interventi di amputazione di parti del corpo, di asportazione di organi interni, persone con stomie, persone non autosufficienti che hanno presentato domanda di invalidità ai fini dell’accompagnamento.

L'ausilio è di proprietà dell'Azienda Usl che lo cede in comodato d'uso all'assistito, salvo che quest'ultimo non vi abbia partecipato con una quota superiore al 50%.

Per informazioni sulla fornitura di protesi e/o ausili, occorre  rivolgersi a:

Ufficio Protesi e Ausili del Distretto Appennino Bolognese  presso Ospedale Costa, Alto Reno Terme - piano 2 - stanza 12

dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30

tel. 0534 20916 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 11.00) 

fax 0534-2091

email f.gaggioli@ausl.bologna.it

Assistenza Protesica - Distretto Appennino Bolognese


I servizi sociali

Nel Distretto dell'Appennino Bolognese, i servizi sociali sono gestiti dall'Istituzione dei Servizi Sociali, Educativi e Culturale dell'Unione dei Comuni del Distretto dell'Appennino Bolognese.

Istituzione Servizi Sociali, Educativi, Culturali

Piazza della Pace 4 - Vergato

Criteri di gestione delle graduatorie uniche distrettuali per l'inserimento di anziani non autosufficienti nelle Case Residenza Anziani (CRA) del territorio della Azienda USL di Bologna


Salute Mentale

Il Dipartimento salute mentale - dipendenze patologiche è la struttura aziendale che ha come finalità la promozione e la tutela della salute mentale nelle diverse età della vita.

Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza

Le unità operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e Adolescenza svolgono attività di carattere preventivo, diagnostico, terapeutico e riabilitativo nel campo dei disturbi psicopatologici, neurologici, neuropsicologici, dei deficit neuromotori e sensoriali per le persone fino ai 18 anni.

L’ambito di intervento è territoriale, in raccordo col Pediatra di libera Scelta o col Medico di Medicina Generale, e si articola a livello ambulatoriale, ospedaliero, domiciliare, semiresidenziale e residenziale.

Gli ambulatori di neuropsichiatria dell'infanzia e adolescenza

Il Centro Salute Mentale dell'Appennino Bolognese

Il Centro di Salute Mentale è la struttura operativa rivolta alla direzione, coordinamento e gestione delle attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione del disagio e del disturbo psichico per la popolazione di età superiore ai 18 anni, con particolare attenzione ai disturbi gravi.

Le attività del Centro di Salute Mentale sono organizzate in rete al fine di garantire equità di accesso ai cittadini. Ciò significa che, indipendentemente dalla sede a cui ci si rivolge, vengono assicurati i medesimi percorsi diagnostico-terapeutici e livelli di assistenza, grazie alla condivisione di procedure cliniche comuni.

Il Centro Salute Mentale

Lo spazio polifunzionale del Centro Salute Mentale di Vergato

SerT (Servizio Tossicodipendenze)

I SerT sono preposti alla prevenzione, cura e riabilitazione dei disturbi da uso di sostanze.

Il SerT assicura ai cittadini con tali problemi e alle loro famiglie interventi di prevenzione, cura e riabilitazione, garantendo trattamenti integrati medico-farmacologici, assistenziali, psicologici, sociali e riabilitativi.

Il Servizio Tossicodipendenze di Vergato


Le farmacie

Farmacia


I Gruppi di Auto Mutuo Aiuto del Distretto dell'Appennino Bolognese