Elezioni Europee 2019. Voto assistito in cabina elettorale

Due ambulatori aperti domenica 26 maggio a Bologna per il rilascio delle certificazioni

Le persone non autonome ad esercitare il diritto di voto - a causa di grave infermità, problemi di demabulazione, gravi deficit visivi, impossibilità di utilizzare le mani - possono farlo con l´aiuto di un accompagnatore di fiducia, rivolgendosi all’Azienda Usl e facendosi rilasciare lo specifico certificato gratuito che attesta l´impedimento e quindi il diritto ad essere accompagnati all´interno della cabina elettorale.

In particolare, gli interessati possono rivolgersi agli ambulatori di medicina legale o del Dipartimento di sanità pubblica, portando con sé la documentazione medica attestante l'impedimento, un documento di identità e la tessera elettorale.

In occasione delle Elezioni Europee domenica 26 maggio, giorno in cui si terrà la consultazione, a Bologna è prevista l'apertuta straordinaria di due poliambulatori, in cui sarà possibile richiedere il certificato:

POLIAMBULATORIO ZANOLINI
Via Zanolini 2
dalle ore 08.00 alle ore 13.00

 POLIAMBULATORIO COLOMBI
Via Colombi 2
dalle ore 14.00 alle ore 19.00

Gli elettori potranno accedere a entrambi gli ambulatori indipendentemente dal Quartiere, Comune di residenza e di voto.

Il diritto al "voto assistito", in base alla Legge 5 febbraio 2003, n. 17, può essere annotato in modo definitivo sulla tessera elettorale. In questo modo non è più necessario rinnovare la certificazione ad ogni tornata elettorale, ma è sufficiente esibire la tessera sanitaria. Per ottenere questa annotazione è sufficiente, una volta acquisito il certificato sanitario, rivolgersi agli uffici elettorali dei Comune. L´annotazione vale per tutta la durata della tessera elettorale.