Quartiere Navile

La popolazione di riferimento è costituita da 68.165 residenti, di cui 35.056 femmine, pari al (51,5%) con una forte presenza di stranieri residenti (14.371, pari al 21,1% ) tra i quali prevalgono, seppur leggermente, i maschi. Da segnalare l’importante presenza di minori con una elevata incidenza di problematiche sanitarie e sociali, e la presenza di 1.033 famiglie con più di 5 componenti, parte delle quali a rischio di povertà. Importante anche il tema degli anziani over 65enni soli, presenti con 11.613 residenti.

Le strutture

La sede principale è la Casa della Salute Navile, in via Svampa 8, alle spalle dell’area del Comune di Bologna di piazza Liber Paradisus, di recente costruzione. Altra sede della Casa della Salute è il poliambulatorio Byron - cui si aggiunge oggi, ma ancora per pochi mesi, la residuale attività del poliambulatorio Tiarini.

Oltre ai servizi di base, nell’ambito delle strutture pubbliche sono oggi presenti: Radiologia, Servizio di pneumologia territoriale, Centro Antifumo, Servizio assistenza disabili, CSM, Geriatria e Centro Esperto Demenze, Centro Riabilitazione gravi disabilità e SERT.

Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta

Nel Quartiere operano 3 nuclei di Cure Primarie, NCP 4, Navile 1, NCP 5, Navile 2, NCP 6, Navile 3, che garantiscono l’Assistenza Primaria con 42 MMG e 8 PLS.

Rete delle farmacie e dell’accesso ai servizi

L’assistenza farmaceutica è assicurata da 18 farmacie distribuite sul territorio, Di queste, 16 offrono il servizio CUP e, insieme ai 2 punti CUP (Casa della Salute Navile e Corticella - via Gorki) concorrono al sistema di accesso alle prestazioni sanitarie del Quartiere.

Integrazione socio-sanitaria e partecipazione

La relazione con il sociale avviene attraverso lo sportello sociale del quartiere di via Saliceto e le apposite ETI e UVM. Nel quartiere è presente una buona rete di Associazioni di volontariato con molte delle quali sono attivi rapporti con i servizi del Quartiere (vai alla pagina dedicata) e dell’Azienda USL (vai alla pagina di Bologna Solidale), tra le quali SOKOS, che assicura attività ambulatoriali per le popolazioni vulnerabili.

Significativo il calendario degli “Incontri per la Salute” presso la Casa della Salute Navile.