Case della Salute di Budrio e San Pietro in Casale, dal 29 ottobre visite per la prevenzione dell’ambliopia a tutti i bambini di tre anni residenti nel distretto Pianura EST

Alle visite invitati 1.350 bambini nati nel 2015

1.350 bambini nati nel 2015 invitati, attraverso una lettera spedita direttamente ai genitori, ad una visita ortottica per prevenire l’ambliopia (occhio pigro) ed individuare precocemente eventuali difetti visivi. E’ il cuore di un progetto sperimentale, avviato in questi giorni nei comuni del territorio del Distretto Pianura EST, guidato dall’Oculistica dell’Ospedale Maggiore in collaborazione con il Dipartimento Cure Primarie e i Pediatri di Libera Scelta.

Le visite, sulla base di una agenda di prenotazione dedicata, sono disponibili presso le Case della Salute di Budrio e di San Pietro in Casale-Galliera.

Ai bambini risultati positivi alla valutazione verrà offerto un approfondimento oculistico con esame del fundus, eventuale prescrizione delle lenti e, se necessario, un trattamento riabilitativo.

L'ambliopia si manifesta con la riduzione della funzione visiva in assenza di danni o traumi oculari organici. Si sviluppa in età pediatrica, generalmente in un solo occhio. Ha una prevalenza del 4% della popolazione generale. Diagnosi precoce e protocolli terapeutici efficaci, consentono tuttavia un completo recupero funzionale.

La prevenzione dell’ambliopia nei bambini e bambine di 3 anni, è la prima sperimentazione di un approccio precoce alle patologie dell’occhio con iniziative dedicate in prospettiva anche agli adulti, per la prevenzione del glaucoma, e agli anziani per la degenerazione maculare.

File allegati