Vaccini, tutto quello che c'è da sapere

Tutti gli aggiornamenti

A scuola vaccinati - Immagine di copertina

Aggiornamento al 3 ottobre 2017

Sul tema vaccinazioni obbligatorie c’è una buona notizia, che semplificherà la vita delle famiglie che hanno bambini e ragazzi in età scolare. È stato raggiunto l'Accordo tra Regione Emilia-Romagna e Ufficio scolastico regionale per lo scambio degli elenchi degli studenti iscritti alla scuola dell’obbligo, ovvero primaria (elementari), secondarie di I (medie) e II grado (superiori).

In base a questa intesa, i genitori dei ragazzi dai 6 ai 16 anni già in regola con le vaccinazioni non dovranno portare a scuola alcun documento. Le famiglie dei minori che, al contrario, non hanno ancora completato il calendario vaccinale, riceveranno a casa una lettera di convocazione delle Aziende sanitarie con la data dell’appuntamento per completare le vaccinazioni e avranno tempo fino al 31 ottobre per portare a scuola la documentazione. In caso di mancata consegna dei documenti, saranno le stesse scuole a segnalarlo alle Aziende sanitarie.

Nel dettaglio, l’accordo stabilisce che i Dirigenti scolastici inviino entro il 10 ottobre l’elenco degli iscritti delle proprie scuole ai referenti delle Aziende sanitarie locali di pertinenza, per consentire a queste ultime la verifica diretta della situazione vaccinale di ogni iscritto.

A loro volta, le Asl provvederanno a comunicare alle singole scuole, entro il 20 ottobre, unicamente i nominativi degli alunni per i quali, per qualsivoglia motivazione, non si sia potuto appurare l’avvenuto adempimento dell’obbligo vaccinale. Accanto a questi nominativi comparirà la dicitura “da esaminare“, rispettosa dei vincoli posti dal Garante della privacy.
Contestualmente, le Asl avvieranno le procedure di propria competenza relative alle situazioni esaminate da cui risulti il mancato rispetto dell’obbligo vaccinale: i genitori saranno convocati per lettera dall'Azienda Usl con la data dell’appuntamento per completare le vaccinazioni.

Diversamente da quanto previsto per la scuola dell’infanzia, la presentazione della documentazione non costituisce requisito di accesso alla scuola dell’obbligo, ma per le famiglie inadempienti scatteranno le sanzioni economiche previste dalla legge (da 100 a 500 euro).

Per ulteriori informazioni le famiglie possono consultare i siti delle Aziende Usl e i seguenti siti regionali: www.ascuolavaccinati.it  o salute.regione.emilia-romagna.it/vaccinazioni-infanzia-e-adolescenza; è possibile, inoltre, chiamare il numero verde regionale 800 033.033, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18, il sabato dalle 8.30 alle 13

Aggiornamento al 5 settembre 2017

Autocertificazione per i bambini iscritti a nidi e materne non in regola con gli obblighi vaccinali. Disponibili uno sportello informativo telefonico, 051 6597199, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, il modulo online per la richiesta di vaccinazione e l’indirizzo email sportello.vaccini@ausl.bologna.it

A scuola vaccinati, cosa cambia con la legge approvata dal Parlamento

La legge sulle vaccinazioni approvata dal Parlamento (legge 119/2017) conferma e rafforza la legge che l'Emilia-Romagna si era data nel 2016 sugli obblighi vaccinali.

La legge nazionale estende da 4 a 10 le vaccinazioni obbligatorie previste per l'iscrizione a scuola: tali vaccinazioni riguardano i bambini/ragazzi da 0 a 16 anni.

Finora erano obbligatorie difterite, tetano, polio ed epatite B, ora si aggiungono pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, rosolia, parotite e varicella (quest’ultima è obbligatoria solo per i nati dall’1 gennaio 2017).

Nella conversione in legge del decreto del Governo non sono più obbligatorie meningococco B e meningococco C, che saranno ora ad offerta attiva e gratuita da parte delle Aziende Usl (significa che sono le Aziende Usl a chiamare i cittadini per fare queste specifiche vaccinazioni).

Tutte le 10 vaccinazioni ora obbligatorie sono gratuite perché già inserite nei nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA).

Cosa fare per l'iscrizione

Per quanto riguarda l’iscrizione a scuola (a tutti i livelli pubblici e privati, compresi i nidi e le scuole per l’infanzia), per il prossimo anno 2017/2018 - nella fase quindi di prima applicazione della legge - sono previste queste specifiche disposizioni transitorie.

Deve essere presentata adeguata documentazione:

  • entro il 10 settembre 2017 per i nidi e le scuole dell'infanzia
  • entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell'obbligo (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado)

Quale documentazione?

  • certificato vaccinale rilasciato dall’Azienda Usl che attesti le vaccinazioni effettuate

oppure

  • certificato del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione o il rinvio per motivi di salute;

oppure

  • certificato del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione per aver già avuto la malattia naturale (solo per morbillo, parotite, rosolia ed epatite B che conferiscono immunità permanente)

oppure

  • copia della prenotazione dell’appuntamento per la vaccinazione o della richiesta di vaccinazione alla Azienda Usl. Il modulo per la richiesta online è a fondo pagina. In fondo alla pagina sono disponibili anche i moduli in formato pdf e formato word.

Nidi

I genitori dei bambini già iscritti ai nidi che hanno acconsentito allo scambio di informazioni tra la scuola e l’Azienda Usl di Bologna non devono presentare alcuna documentazione. L'Azienda Usl di Bologna, infatti, certificherà l’adempimento degli obblighi vaccinali direttamente ai Comuni/Gestori dei servizi educativi.

Nel caso in cui lo stato vaccinale del bambino non sia completo, l'Azienda provvederà ad inviare alla famiglia una lettera di convocazione con la data dell’appuntamento per eseguire le vaccinazioni mancanti.

I genitori che non hanno consentito lo scambio di informazioni tra scuola e Azienda dovranno autocertificare, entro l’11 settembre, la regolarità o meno della situazione vaccinale o, comunque, dichiarare di aver preso contatto con l’Azienda Usl per la regolarizzazione. Il modulo per l'autocertificazione, in formato pdf, è disponibile in fondo alla pagina.

Scuola dell'infanzia (Materna)

I genitori dei bambini 3-6 anni riceveranno una comunicazione dall’Azienda Usl di Bologna:

  • se in regola con il calendario vaccinale previsto per l’età, una attestazione che dichiara il rispetto dell’obbligo vaccinale
  • se non in regola, la prenotazione per completare il calendario vaccinale

L’Azienda Usl di Bologna ha inviato nei giorni scorsi 20 mila lettere alla famiglie, residenti e domiciliate, di bambini nati tra il 2012 e il 2014 frequentanti la scuola materna. Le lettere certificano l’avvenuta effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste dalla legge in base all’età. La certificazione dovrà essere consegnata alla scuola dell’infanzia.

Nel caso in cui le lettere non arrivino entro l’11 settembre, i genitori possono comunicare lo stato vaccinale del proprio figlio attraverso:

  • modulo di autocertificazione disponibile in fondo alla pagina(presente anche sul sito regionale www.ascuolavaccinati.it);
  • copia della richiesta formale di vaccinazione alla Azienda Usl di Bologna (utilizzando il modulo online disponibile a fondo pagina e nella sezione "Anagrafe Sanitaria" dell'Azienda USL, o presso tutti i punti CUP aziendali, o inviando la richiesta per posta elettronica all’indirizzo sportello.vaccini@ausl.bologna.it;
  • copia del certificato vaccinale.

Scuola dell'obbligo

Per coloro che frequentano la scuola dell’obbligo, dalla prima elementare fino ai 16 anni, il termine per la presentazione della documentazione è il 31 ottobre.

I genitori dei ragazzi dai 6 ai 16 anni già in regola con le vaccinazioni non dovranno portare a scuola alcun documento. Le famiglie dei minori che, al contrario, non hanno ancora completato il calendario vaccinale, riceveranno a casa una lettera di convocazione delle Aziende sanitarie con la data dell’appuntamento per completare le vaccinazioni e avranno tempo fino al 31 ottobre per portare a scuola la documentazione. In caso di mancata consegna dei documenti, saranno le stesse scuole a segnalarlo alle Aziende sanitarie.

L’autocertificazione

La Regione ha comunque preparato un modulo di autocertificazione che i genitori possono utilizzare in casi particolari quando non si è in possesso di adeguata documentazione (per esempio, per minori recentemente trasferiti da altre regioni o con domicilio diverso dalla residenza e non noto all’Azienda Usl). In questo caso, c'è tempo fino al 10 marzo 2018 per presentare il certificato vaccinale.

Il modulo è disponibile in fondo alla pagina.

Cosa succede se non viene rispettato l'obbligo di vaccinazione

  • sono previste sanzioni da 100 a 500 euro
  • per i nidi e le materne (0-6 anni), inoltre, le vaccinazioni obbligatorie sono requisito per l’accesso.

Informazioni

  • www.ascuolavaccinati.it
  • infovaccinazioni@regione.emilia-romagna.it  (a cui risponde un nucleo di esperti della Regione)

 

Il sito del Ministero della Salute dedicato ai vaccini


Domande frequenti - Scopri tutto quello che c'è da sapere sulla Legge

 


Schede vaccinali


I video informativi della Regione Emilia-Romagna realizzati dall'Azienda USL di Bologna

"Il mondo prima dei vaccini", video informativo della Regione Emilia-Romagna realizzato dall'Azienda USL di Bologna

"Vaccini e collettività", video informativo della Regione Emilia-Romagna realizzato dall'Azienda USL di Bologna

"Alla scoperta dei vaccini", video informativo della Regione Emilia-Romagna realizzato dall'Azienda USL di Bologna

"Vaccini e autismo", video informativo della Regione Emilia-Romagna realizzato dell'Azienda USL di Bologna

 

Link

File allegati