Zika virus

Sintesi

È una malattia tipica delle zone tropicali che si trasmette all'uomo attraverso la puntura delle zanzare del genere Aedes, tra cui la zanzara tigre, oppure per via sessuale e materno-fetale. Non è presente in Italia ma può essere importata da viaggiatori di ritorno da zone tropicali.

Lo Zika virus è un flavivirus trasmesso attraverso la puntura di zanzare appartenenti al genere Aedes, in particolare Aedes egypti, ma anche Aedes albopictus. È stata descritta anche la trasmissione per via sessuale e materno-fetale.

 

Sintomi

I sintomi dell’infezione da Zika virus sono simili a quelli di altre infezioni da arbovirus come la Dengue, e comprendono febbre, eruzioni cutanee, congiuntivite, dolori muscolari e articolari, malessere e mal di testa e durano 2-7 giorni.

Sono state trovate evidenze di un’associazione tra l’infezione contratta durante la gravidanza e malformazioni congenite, nonché con la sindrome di Guillain-Barré (SGB) post-infettiva.

 

Dove è presente

Di recente, è stata posta particolare attenzione a questo virus per la sua rapida diffusione in America meridionale e centrale, con particolare riguardo all’area caraibica.

Diffusione Zika virus

Diffusione dello Zika virus dal 1947, CDC 2019.

I casi diagnosticati in Europa fino ad oggi riguardano essenzialmente turisti rientrati da zone in cui il virus è presente ma non si esclude la possibilità che l’infezione possa diffondersi in nuove aree dove è presente il vettore Aedes, Italia inclusa. Le persone che provengono da zone infette sono attualmente escluse dalla donazione di sangue per 28 giorni per evitare ogni possibilità di rischio di trasmissione.

 

In Italia

In Italia sono stati notificati 132 casi nel periodo compreso tra 2015 e 2017.

Nel territorio dell'Azienda USL di Bologna, sono stati notificati 2 casi, uno nel 2016 e uno nel 2017.

Link