Coronavirus, il grazie della Sanità Bolognese

pubblicato il 18/03/2020 11:27
I numeri delle donazioni per l'emergenza COVID-19 a metà aprile . Sempre aperti i canali per la raccolta fondi

Nel momento dell’emergenza COVID-19, Azienda Usl di Bologna e Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna – Policlinico di Sant’Orsola vogliono ringraziare tutte le persone e le realtà produttive per il supporto e la grande solidarietà dimostrata verso la sanità pubblica bolognese.

Il 14 aprile la raccolta ha raggiunto 8.419.405,30 milioni di euro, in parte già utilizzati per l'acquisto di attrezzature e dispositivi medici e di protezione individuale.

La campagna di fundraising più forti insieme  promossa dalla Fondazione Sant'Orsola ha invece realizzato alla medesima data circa 3,1 milioni di euro, utlizzati per sostenere gli ospedali di Bologna e gli operatori sanitari - medici, infermieri, operatori socio sanitari e i tecnici - che nell'emergenza Coronavirus, ogni giorno, si prendono cura di tutti coloro che ne hanno necessità.

I canali per la raccolta fondi per emergenza COVID-19 delle Aziende Sanitarie bolognesi - visita la pagina dedicata - sono i seguenti:

Azienda USL di Bologna 

Coordinate bancarie codice IBAN: IT91D0306902480100000300026

Intestato a:  "Azienda USL di Bologna per sanità di Bologna per COVID-19"

Causale bonifico: “Per sanità di Bologna per COVID-19”

Una volta effettuato il bonifico, si prega di compilare il presente modulo e spedirlo via mail all’indirizzo donazioni@ausl.bologna.it

Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna 

Coordinate bancarie codice IBAN: IT68E0306902480100000300027

Intestato a:  "Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna per sanità di Bologna per COVID-19"

Causale bonifico: “Per sanità di Bologna per COVID-19”

Una volta effettuato il bonifico, si prega di compilare il presente modulo e spedirlo via mail all’indirizzo protperdirgen@aosp.bo.it 

Sempre sulla pagina dedicata è disponibile l'elenco di quanti - cittadini, associazioni, fondazioni e imprese - hanno voluto sostenere gli ospedali bolognesi.

 

Link