Coronavirus. La comunicazione al rientro dall'estero si invia online

pubblicato il 23/03/2020 13:16
Obbligatorio segnalare il proprio ingresso in Italia per l'autoisolamento e la sorveglianza

Fino al 3 maggio, le persone che entrano in Italia attraverso trasporto aereo, ferroviario, marittimo e stradale, anche se asintomatiche, devono comunicare immediatamente il proprio ingresso al Dipartimento di Sanità Pubblica della Azienda USL competente per territorio.

Per l'Azienda USL tale comunicazione avviene mediante il modulo on line dedicato.

Saranno sottoposte alla sorveglianza sanitaria e all'isolamento domestico fiduciario per 14 giorni.

E' prevista l'esenzione dall'obbligo dell'isolamento fiduciario per: 

  • il personale sanitario, 
  • i lavoratori transfrontalieri per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza o abitazione, 
  • gli equipaggi dei mezzi di trasporto e il personale viaggiante appartenente a imprese aventi sede legale in Italia.

Le persone che entrano in Italia per comprovate esigenze lavorative attraverso trasporto aereo, ferroviario, marittimo e stradale, e soggiornano per un tempo non superiore alle 72 ore (con motivata proroga se ne possono aggiungere ulteriori 48) sono tenute a comunicare il proprio ingresso al Dipartimento di Sanità Pubblica della Azienda USL competente per territorio.

Anche tale comunicazione avviene tramite modulo on line dedicato.





Link