La salute dei cittadini nel Distretto di Pianura Ovest

pubblicato il 14/07/2017 13:20
Pianura Ovest si caratterizza per essere il Distretto più giovane. L’età media (45 anni), la popolazione di età superiore ai 64 anni (22,64%) e l’indice di vecchiaia (161,4) sono i più bassi in azienda (dati aggiornati a dicembre 2020)

Demografia e contesto socio-economico

Il Distretto Pianura Ovest comprende 6 comuni dell’area pianura.
La popolazione al 1° gennaio 2020 ammonta a 83.894 abitanti, 41.162 maschi (49,1%) e 42.732 femmine (50,9%).
Nel 2019 sono stati registrati 563 nati vivi e 878 morti, ma il saldo migratorio (+510) ha compensato il saldo naturale negativo (-315).
Rispetto all’anno precedente ha registrato una tasso di crescita totale del 2,3 x1000 e un tasso di crescita migratoria del 6,1x1000, quest’ultimo inferiore a quello di tutti gli altri distretti. La popolazione straniera rappresenta il 10,8% della popolazione totale (12,5% in Azienda USL).
E’ il distretto più giovane dell’AUSL: l’età media (45 anni), la popolazione di età superiore ai 64 anni (22,64%) e l’indice di vecchiaia (161,4) sono i più bassi in azienda.
Il numero di famiglie nel 2019 ammonta a 36.356, di queste il 32,9% sono unipersonali, la proporzione più bassa tra i distretti.
Il reddito medio per contribuente del 2018 è di 24.144 euro.
Con il 38,6% di popolazione residente in area deprivata o molto deprivata si pone al secondo posto come valore più basso in azienda.

Stili di vita e prevenzione

Dall’indagine PASSI relativa al periodo 2016-2019 risulta che nel distretto il 26,1% della popolazione tra i 18 ed i 69 anni fuma. Si registra la più bassa percentuale di persone in eccesso ponderale (38,5%), di sedentari (12,4%) di consumatori di alcol a maggior rischio (20,7%) e la più alta percentuale di persone che consumano le 5 o più porzioni di frutta e verdura raccomandate (13,1%).
Dai dati sulla partecipazione ai programmi di screening oncologici aziendali rivolti alla popolazione target, si evidenzia un’adesione significativamente più elevata rispetto al valore medio dell’Azienda USL  Secondo la rilevazione PASSI presenta la copertura più alta per lo screening del carcinoma del colon-retto (76,4%).
Nel 2018, le coperture vaccinali1 al 24° mese per morbillo-parotite-rosolia (MPR) e varicella risultano essere pari rispettivamente al 96,2% (691 bambini vaccinati) e all’87,3% (627 bambini vaccinati), coperture superiori ai valori aziendali e anche di tutti i distretti.

Mortalità

Le principali cause di decesso sono le malattie del sistema circolatorio (283 decessi) che corrispondono al 32,5% di tutti i decessi, i tumori (245 decessi) che corrispondono al 28,1% e le malattie del sistema respiratorio (88 decessi), che corrispondono al 10,1%.
Nel 2019 il tasso standardizzato di mortalità è di 739,7 decessi ogni 100.000 abitanti. L’andamento del tasso nel periodo 1993-2019 è in riduzione, in linea con quanto osservato a livello aziendale. Il calo percentuale medio annuo è dell’1,52%.
Il tasso standardizzato di mortalità per tumori nel genere femminile, nel periodo 2015-2019, è il più basso tra tutti i distretti.

Ricoveri

Negli ultimi anni, nel Distretto Pianura Ovest, si registra un trend in diminuzione del tasso standardizzato di ospedalizzazione sia in regime ordinario che di Day-Hospital. Questo trend rispecchia l’andamento del tasso aziendale. Nel 2019 il tasso in regime ordinario è di 104,9 per 1.000 abitanti, inferiore a quello aziendale (112,7); mentre quello in Day-Hospital, superiore a quello aziendale, è di 26,9 per 1.000 abitanti.
Nel 2019 sono stati dimessi 9.608 pazienti da ricoveri in regime ordinario, le principali cause di questi ricoveri sono le malattie del sistema circolatorio (1.487 dimessi) che corrispondono al 15,5% di tutti i ricoveri.
Il tasso di primo ricovero per le malattie dell’apparato circolatorio, riferito al periodo 2015-2019, risulta essere in linea col dato aziendale. Per quanto riguarda i tumori in entrambi i generi e nel totale si registra un tasso distrettuale significativamente più basso.

Altri indicatori di salute

La speranza di vita è di 81,4 anni per gli uomini e di 85,3 anni per le donne.
Il 74,8% della popolazione di 18-69 anni intervistata nell’ambito del sistema di sorveglianza PASSI riferisce di avere una salute buona o molta buona.
Il 5,5% dei soggetti di età superiore o uguale a 65 anni ha un livello fragilità alto o molto alto (a livello aziendale tale percentuale è del 6,2%).
I tassi di incidenza per IMA e per Ictus, rispettivamente del 14,0 e del 19,8 per 10.000, non presentano differenze significative rispetto ai dati aziendali.
I valori del tasso di prevalenza del diabete sono più alti del valore aziendale e di tutti gli altri distretti: 6,9%, nel totale, 8,3% tra i maschi e 5,4% tra le femmine.
Nel 2019 i casi confermati di malattie infettive notificati dal distretto sono stati 561, e le malattie potenzialmente trasmesse da alimenti, con 236 casi, rappresentano la prima causa di segnalazione. Infatti, all’inizio dell’anno, il comune di Sant’Agata Bolognese è stato interessato da un focolaio di giardiasi con 197 casi. Dalle interviste epidemiologiche effettuate è emerso come unico elemento comune il consumo di acqua dalla rete idrica, nonostante i campionamenti effettuati sull’acqua potabile abbiano dato esito negativo per la ricerca di giardia.
Presenta il tasso più basso di incidenti stradali (2,3 per 1.000) insieme al Distretto Appennino Bolognese.

Il Covid-19 nel Distretto

Nel Distretto Pianura Ovest dal 29 febbraio al 30 novembre 2020 si sono registrati 2.355 casi di COVID–19. Solo nel periodo tra il 14 settembre e il 30 novembre si è registrato il 77% del totale di tutti i casi del Distretto dall’inizio dell’epidemia. I deceduti per Covid-19 sono stati 103.

Tasso di incidenza per distretto.png

Link

File allegati